190 – La Montmartre degli Impressionisti

MontmartreNel secondo giorno della mia inaspettata visita parigina, siamo stati a Montmartre, un quartiere che ho amato molto in passato per la sua storia d’arte e trasgressione, ma che ho sempre percepito come troppo finto, turistico, costruito per rispondere ad aspettative precise. Come le tovaglie a quadretti rossi nei ristoranti di Trastevere.
Così, stavolta come sempre, la sensazione è stata di amore e odio, fascino e fastidio.

Nonostante questo, se qualcuno mi chiedesse un posto da visitare assolutamente a Parigi, risponderei senza dubbio Montmartre. Perché in questi vicoli stretti arroccati sulla collina più alta della città, tra queste case antiche, si sono consumate alcune delle più belle e produttive esperienze artistiche del mondo e qui hanno visto la luce alcuni dei quadri che maggiormente hanno influenzato e plasmato la storia dell’arte.

Durante questa visita guidata del quartiere, ho avuto la fortuna di accedere a zone normalmente chiuse al pubblico e che, naturalmente, in passato non avevo avuto modo di visitare, e di poter completare il quadro della mia conoscenza del periodo con curiosi aneddoti e interessanti dettagli.
Sebbene, dunque, sia epidermicamente contraria alle visite guidate, qui consiglio vivamente il supporto di una guida. Da inondare di domande come ho fatto io con la mia.
Continua a leggere