95 – Nel paese delle fate

“Gufo, Gufo della notte scura,
che porti via fame e paura…

Veglia su tutte le nostre genti,
vecchi, bimbi e su gli armenti.

Col tuo canto, che può far paura,
tienici amici con Madre Natura!!!

E fate, troll fastidiosi, folletti
non potranno più farci dispetti”

Camminavo cercando l’autunno e un angolo segreto in cui fermarmi a guardare e mi sono ritrovata nel paese delle fate, tra abili mercanti e figuranti in costume, antiche leggende sapientemente vendute e testi sacri con strani racconti, piccole streghe e malefici troll, elfi buoni e cattivi, gufi e civette, bacchette magiche e pozioni scaccia guai, valorosi guerrieri e potentissimi maghi, spade e archi, mantelli e cappucci, maschere terrificanti e potenti amuleti.
Camminavo cercando pensieri e silenzio e mi sono ritrovata nella babele delle fiabe, un mondo incantato di credenze e creature misteriose, bellamente in mostra per umani affascinati che come in trance si lasciavano trasportare dal potere della magia in un’atmosfera d’autunno incantato.

Al Parco Sempione si festeggiava la dodicesima edizione del capodanno celtico.
É stato salutare passarci attraverso.

Continua a leggere