221 – Crespi d’Adda: un mondo che non c’è più a due passi da Milano

Crespi d'Adda - Villaggio Crespi e OpificioAutunno. La stagione delle “cose piccole”. Di quelle che si nascondono dietro alla porta di casa. Che basta avvolgersi in un maglione di lana e raggomitolarsi sul sedile della macchina per trovare. Di quelle che è sufficiente passeggiare con la testa bassa e un tascapane enorme lungo marciapiedi noti per intravedere.
In autunno per me il mondo si chiude. Diventa minuscolo.
I grandi viaggi, le traversate, le scoperte epiche appartengono a un’altra stagione, alla gloriosa estate che mi strappa via dal presente in modo brutale.
L’autunno, invece, è un andare lento e rassicurante verso cose che sono a portata di mano. E che non per questo cessano di suscitare un fascino. Un incanto tutto loro.

Crespi d’Adda si trova a circa 45 minuti di auto da Milano. Facile da raggiungere, si visita in un pomeriggio. Salvo scegliere di pranzare in zona in uno dei tanti ristoranti/agriturismo che vi si trovano.
Sarà la prima meta della rubrica #HalFuoriPorta che inauguro ufficialmente oggi e che spero di riuscire ad aggiornare in modo costante tutti i mesi. O quasi.
Una luogo in cui desideravo andare da tempo e che è divento irrinunciabile dopo la visita alle miniere abbandonate in Cile.
Continua a leggere