224 – Mangiare etnico a Milano

Vietnamonamour - Via Taramelli 67, MilanoCredit: Vietnamonamour

Se c’è una cosa che a Milano è cambiata sicuramente negli ultimi anni è il panorama enogastronimo che fa da sfondo alla rinascita cittadina. O a quella che io, ormai da diverso tempo, mi vivo come rinascita cittadina.
Se prima, infatti, ristoranti etnici era sinonimo di “ristoranti cinesi” o, alla meno peggio “giaponesi cinesizzati”, ora questo termine include uno scenario piuttosto ampio di cucine, tradizioni, ricette e alimenti che rendono la scelta più interessante.
Premesso che amo molto le cucine orientali, sono decisamente affascinata da ogni altra cucina presente nel mondo. Anzi, meno noto e battuto è il paese più la sua cucina mi affascinata e riempie.

QUECHUA – PERUVIANO
Via Giuseppe Meda 29 – Milano
Tel. 02-84800794
Quechua - Via Meda 29, MilanoQuechua ha aperto a febbraio 2017. E’ rimasto chiuso qualche mese per lavori durante l’estate e ha riaperto definitivamente a settembre. In assoluto, quindi, una new entry nel panorama gastronomico milanese.
La location non è nulla di che. L’ambiente vuole essere elegante e raffinato ma finisce per risultare piuttosto anonimo e freddo.
Sono del tutto assenti, però, i fastidiosi cliché che si ritrovano nella maggior parte dei ristoranti che propongono cucina sudamericana e mancano completamente gli elementi kitsch che contraddistinguono questo tipo di locale.
Il Perù c’é, ma appena appena accennato: una rivista sul tavolo che offre suggerimenti di viaggi, la musica in sottofondo. Tocchi di rosso che dovrebbero richiamare le stoffe peruviane.
Il menu è complicato, raffinato, da leggere con calma chiedendo spiegazioni. Molti piatti sono a base di pesce e tantissimi prevedono condimenti strani: latte di peperoncino Rocoto, salsa di hucatay, chicha de jora…
Noi abbiamo ordinato un delizioso polipo grigliato accompagnato da spezie e salse andine (pulpo Anticuchero), un eccezionale piatto di gamberi, polpo, capesante e seppie conditi con una salsa a base di peperoncino (Tiradito del Amor), un dignitoso Arroz con Mariscos e un buonissimo dolce a base di passion fruit e cioccolato all’arancia (Dulzura de Maracuya). Il tutto innaffiato dal pisco, tradizionale bevanda peruviana andina che già avevamo avuto modo di provare più volte in Cile.
I prezzi sono medio alti. Ma l’esperienza culinaria è notevole, soprattutto per i piatti che prevedono nella ricetta tuberi e mais. Da provare e promuovere.
Quechua - Via Meda 29, Milano

TOKYO TABLE – GIAPPONESE
Via Vigevano 10 . Milano
Tel. 02-8360742
Tokyo Table, Via Vigevano 10 - Milano
Anche Tokyo Table ha una storia relativamente recente a Milano. Aperto, infatti, poco prima dell’estate, si rifà agli Izakaya giapponesi, locali in cui a gustosi cocktail alcolici vengono associati piccoli assaggi di pesce, carne o verdure a mo’ di tapas.
L’ambiente, anche in questo caso, è molto curato e sobrio, nella migliore delle tradizioni nipponiche. Il menu, diverso per pranzo, aperitivo e cena, vario e articolato. Per certi versi anche di difficile lettura per il numero di piatti presenti. La qualità ottima, sia per quanto riguarda il cibo, sia per ciò che concerne il beverage.
Ciò in cui questo ristorante fallisce è il prezzo, decisamente alto anche per la zona in cui il locale si trova, e la cortesia del personale in sala non sempre ai massimi livelli.
A ogni modo, la bontà dei piatti, il calore familiare che l’ambiente comunica, la particolarità di alcune ricette (anche per quanto riguarda il prezzo) rendono questo posto sicuramente da prendere in considerazione nella selezione di ristoranti etnici dove andare a mangiare.
Tokyo Table, Via Vigevano 10 - Milano

GAM Bistrot Coreano – COREANO
Viale Pasubio 8 – Milano
Tel. 02-25061372

La cucina coreana a Milano ci è arrivata da un paio di anni. Fino a Expo 2015, infatti, pochi immaginavano che dall’Asia potesse giungere qualcosa di diverso dal cino-giappo o dal thailandese. Io l’avevo provata per la prima volta a New York, in uno dei miei tanti ritorni nella Mela, l’anno in cui, per puro caso, ci siamo trovati a dormire nel quartiere coreano di Manhattan. E non mi aveva entusiasmato.
Le ho offerto una seconda possibilità quando hanno aperto questo piccolo bistrot sotto casa mia, innamorandomene perdutamente.
Il ragazzo che lo gestisce, un giovane coreano che parla con un fortissimo accento milanese, mi ha spiegato che sebbene i piatti siano quelli tipici della tradizione, il loro gusto è stato leggermente ammorbidito per renderli più appetibili per gli italiani. I sapori non sono, perciò, quelli originali. Il risultato, in ogni caso, è ottimo.
In un ambiente familiare arredato in modo semplice, si gustano deliziosi piatti di carne, bulgoghi freschissimi, ravioli coreani, una deliziosa frittatona che non ricordo come si chiami, zuppe con gnocchi di riso… Il tutto innaffiato da birra coreana o da una specie di assurdo liquore che io ho trovato orrendo.
Ce n’è per tutti i palati, anche per quelli sopraffini. La qualità è ottima. La materia prima di provenienza italiana. La gentilezza e la cortesia in sala apprezzabile. Il prezzo abbordabile.
Un ristorante da provare se siete stanchi del solito cinese.
Gam Bistrot Coreano - Viale Pasubio 8, MilanoCredit: GAM Bistrot Coreano

VIETNAMONAMOUR – VIETNAMITA
Via Taramelli 67 e Via Pestalozza 7 – Milano
Tel. 02-70634614
Vietnamonamour è il vietnamita di Milano. Sebbene io ne abbia provati altri (uno molto buono in piazzale Baiamonti 5, Ha Long Bay) questo rimane il mio preferito. Con due locali, entrambi molto belli e in grado di regalare un’atmosfera sospesa e una sensazione di pace (quello di via Pestalozza è raffinato e romantico, l’altro in via Taramelli adatto anche per pause pranzo diverse dal solito), Vietnamonamour offre una cucina raffinata e delicata che profuma d’Asia, di riso Jasmin e di spezie antiche.
Si mangia sia pesce che carne serviti con riso, crepes, noodles, zuppe… e non mancano piatti vegetariani e vegani. Gli involtini sono leggeri e saporiti, il lemongrass la fa da padrone, il nuoc mam è la base di tutti i condimenti.
Il servizio è piuttosto lento. I prezzi mediamente cari. Ma la sensazione di pace ed estraniamento dal mondo quando mangio qui (frequento soprattutto il ristorante di via Taramelli in pausa pranzo) sono assoluti e impagabili.
Una piacevole esperienza culinaria quando si ha voglia di Asia e non di cinese, giapponese o fusion.

BESAME MUCHO – MESSICANO
Via della Liberazione 15 – Milano
Tel. 335-5277588
Besame Mucho - Via della Liberazione, MilanoElegante, raffinato, mediamente caro, perfetto per un pranzo di lavoro o per una cena romantica con vista sui grattacieli di Milano e sulla splendida piazza Gae Aulenti.
Amo questa zona. E mi piace molto questo ristorante che offre una cucina messicana rivisitata, raffinata e a base di prodotti freschi e ben cucinati.
Gli accostamenti dei sapori non sono mai banali. Il menu, sebbene non infinito, offre una buona selezione di piatti e ingredienti, e i cocktail sono di tutto rispetto.
Curatissimo l’arredamento.
Venivo qui quando lavoravo nella Torre UniCredit. Mi piaceva scegliere un tavolo affacciato sul ponte di Melchiorre Gioia e rimanere a guardare il traffico scorrere piano sotto di me nelle giornate uggiose. Ci venivo anche da sola. Ordinando ceviche o tacos vegetariani del giorno, mi ritagliavo un momento tutto per me. Di assenza dal mondo.
Besame Mucho - Via della Liberazione, Milano

THAI GALLERY – THAILANDESE
Piazza Alvaro Alto – Milano
Tel.02-89280745
Thai Gallerie - MilanoNella stessa zona del Besame Mucho, leggermente defilato sulla piazza, il Thai Gallery ha un paio di anni di vita. Per mesi l’ho snobbato ritenendolo non alla mia portata e troppo “pettinato” per i miei gusti. Fino a quando, in un giorno di sole e solitudine, ho deciso di dargli una possibilità e ci sono andata in pausa pranzo, senza troppe aspettative e con un discreto pregiudizio di fondo.
Grave errore. In un ambiente curatissimo in tutti i dettagli, colorato e accogliente nonostante la ricercatezza (vera o presunta) degli arredi (l’idea è quella di riproporre la ricercatezza e lo stile delle Gallerie Thai in modo da soddisfare e nutrire, nello stesso tempo, gli occhi e il palato), ho mangiato ottimi piatti di cucina thai, diversi dai soliti, saporiti, leggeri, buonissimi.
Il menu, diviso in sezioni, presenta una scelta considerevole di piatti tipici thailandesi, semplicemente riproposti in chiave moderna ma senza sostanziali stravolgimento rispetto alla tradizione.
I costi sono leggermente più alti della media (non aspettatevi i prezzi degli All you can eat di certi locali che propongono cucina asiatica fusion). Ma l’esperienza culinaria vale il gioco. Da provare se amate il thai o se per la prima volta volete avvicinarvi alla gastronomia thailandese.
Thai Gallerie - Milano

Leggi anche:
Le 10 migliori pizzerie di Milano
Oltre sushi e sashimi, la cucina giapponese a Milano
I migliori hamburger di Milano, secondo me

#Top10

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...