217 – Un hotel sull’Oceano

Oceano Pacifico - AricaDall’Hotel Apachete di Arica, venti chilometri, più o meno, dal confine con il Perù, l’Oceano si sente. Non solo se ne sente il fragore quando si infrange contro le rocce, ma lo si sente appiccicato addosso mentre si fa colazione e attaccato alle narici quando si esce dalla stanza.
E’ un mare imponente e schiumoso, che affascina e mette paura.
Rimango a fissarlo. A fissare i temerari che alle sette del mattino, in mezzo a quella che a me sembra una burrasca ma che forse qui è la normalità, escono con le tavole; a fissare la schiuma bianca che arriva e si ritira sbattendo contro le cose; a guardare gli uccelli neri che impassibili continuano la loro pesca sulle rocce, come se nulla fosse.

Hotel Apachete - AricaL’Hotel Apachete è la cosa più bella di Arica, che di suo è assolutamente insulsa, quando non proprio brutta.
Il nome deriva da una parola quechua che sta a indicare le montagnole di sassi sovrapposti che ogni tanto si vedono in giro e che un tempo venivano usati dai viaggiatori indigeni come offerta e richiesta di protezione per la Madre Terra e gli dei.
L’albergo si trova nella zona a Sud della città, oltre il Morro, adagiato come una palafitta direttamente sulla spiaggia, visibile dalla strada per la sua struttura bassa, interamente realizzata in legno.Arica - Hotel Apachete
L’architettura dell’edificio, che si vanta di essere ecosostenibile e costruito nel rispetto dell’ambiente secondo il principio del risparmio energetico, prevede una struttura a “elle”, completamente aperta sul mare lungo il lato corto, quello in cui si trovano tutti gli ambienti comuni dell’hotel. Le camere, invece, sono collocate sul lato più lungo, anch’esse interamente in legno e tutte rivolte verso l’Oceano a cui si affacciano grazie a piccoli balconcini.
Nel tardo pomeriggio, quando il cielo è blu e la luce contrasta le cose, il sole filtra attraverso le assi di legno e crea rilassanti giochi di luci e ombre.
L’Hotel Apachete, soprattutto in inverno, è un posto in cui fermarsi a rilassarsi, bere un tè bollente con una coperta sulle spalle, leggere un libro con il sottofondo dell’Oceano.

Arica - Hotel Apachete

Hotel Apachete - AricaALTRO SU ARICA…
Che dire su Arica? E’ una citta(dina) brutta che si estende in modo disordinato e scomposto lungo la costa settentrionale del Cile.
Pare che qui non piova mai e le temperature siano tarate su una costante primavera (cosa abbastanza vera per quello che abbiamo potuto constatare).
Non c’è molto da vedere e quel poco che c’è non sempre merita.
Il Museo Archeologico San Miguel de Azapa, all’interno del quale sono conservate le più antiche mummie mai rinvenute al mondo (le più vecchie risalgono al 5000 a.C.) appartenute alle popolazioni sudamericane dei Chinchorro, non è molto grande, ma la visita è ben strutturata, i pannelli esplicativi chiari e con un bambino tutto il percorso è molto suggestivo.
Mummie Chinchorro - Museo Archeoligico San Miguel de Azapata La Cattedral de San Marcos, progettata dal famoso Gustav Eiffel e poi spedita Oltreoceano a pezzi quasi fosse un mobile dell’Ikea, ha una struttura interessante e un interno che ricorda una nave. Per visitarla occorrono pochi minuti. Ma secondo me ne vale la pena, non foss’altro per la sua strana storia.
Cathedral de San Marcos - AricaIl Morro de Arica si raggiunge in macchina (o anche a piedi, ma la salita è tutta sotto al sole e abbastanza impegnativa) in una decina di minuti e consente di avere una visuale completa sulla città e il porto. In cima si trovano un’enorme bandiera del Cile, la statua del Cristo de la Concordia (abbastanza brutta, direi) e il Museo Storico de Armas de Arica che, però, non abbiamo visitato.
El Morro de AricaINDIRIZZI UTILI:

Per dormire:
Hotel Apachete 
Av. Comandante San Martín 661 – Arica
Per mangiare:
Per mangiare:
Los Aleros de 21
Avenida Veintiuno de Mayo 736 – Arica
(ottima cucina di pesce e carne con piatti tipici della zona)
Da visitare:
Museo Archeologico San Miguel de Azapa
Camino Azapa – Arica
(Orari: tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00. A gennaio e febbraio apertura prolungata fino alle 19.00)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...