199 – E dalla Cina, due ricette da rifare a casa

A conclusione del post precedente (La Cucina Cinese in 6 tappe gastronomiche), due ricette tra quelle che ho personalmente assaggiato che ci sono state fornite e che sono facilmente riproducibili anche in Italia senza particolari difficoltà nel reperimento degli ingredienti.
KAO QIEZI o DELLE MELANZANE ARROSTO
Kao qiezi - Roasted Garlic Eggplant
Ingredienti:
330 gr di melanzane nere
Una grossa testa d’aglio tritato
2 cipollotti verdi tritati
30 ml di olio vegetale
Un pizzico di sale
5 gr di zucchero
Come procedere:
Cuocere per cinque minuti in forno le melanzane impostando sul grill la cottura. Quindi, eliminare le estremità e tagliare in due le melanzane nel senso della lunghezza. In una padella, scaldare l’olio a fiamma bassa finché non è caldo. Aggiungere il trito d’aglio e cipollotti conditi con un pizzico di zucchero e un pizzico di sale sulle melanzane e fare cuocere per una decina di minuti fino a quando la pelle non sarà sottile e la polpa morbida. Servire con pane fritto leggermente passato con l’aglio.

YANGROU CHUANR o del KEBAB DI AGNELLO
Ingredienti:
Yangrou chuanr - Lamb Kebab RecipeCosciotto di agnello
Sale
Olio
Cumino in polvere
Scaglie di peperoncino
Chili in polvere o paprika piccante
Pepe macinato fresco
Pepe in polvere del Sichuan (a Milano potete provare a cercare questo ingredienti in un supermercato cinese nella zona di Paolo Sarpi)
Come procedere:
In Cina utilizzano spiedi di bamboo bagnati in acqua per mettere la carne. Possono andare bene anche normalissimi spiedi in legno bagnati con acqua per facilitare l’inserimento dell’agnello.
Mischiare tra loro le spezie e l’olio e marinare la carne per almeno due ore (questo tipo di marinatura è abbastanza tipica nelle preparazioni piccanti in Cina. Sia per la carne che per le verdure).
Infilare il cosciotto di agnello tagliato in striscioline sullo spiedo, alternando la carne con pezzettini di grasso.
Cuocere in forno già caldo impostato sulla funzione grill a 220°. Se si ha a disposizione una griglia, proseguire la cottura su quest’ultima, girando gli spiedi ogni 3 minuti fino a quando la carne non risulterà ben cotta. Completare il piatto, condendolo con un’aggiunta di cumino in polvere e pepe in polvere

Altri post sul mio viaggio in Cina:
La cucina cinese in 6 tappe
Passeggiando da Xîntiândì a Tiánzîfáng
Shanghai è (anche) Pudong
Dell’anatra alla pechinese e di altre specialità di Beijing
L’odore di Beijing
Come ottenere un visto per la Cina (con una bimba al seguito)

6 thoughts on “199 – E dalla Cina, due ricette da rifare a casa

  1. Pingback: 198 – La cucina cinese in 6 tappe gastronomiche | Alessia1974Cose

  2. Pingback: 197 – Passeggiando da Xîntiândì a Tiánzîfáng | Alessia1974Cose

  3. Pingback: 196 – Shanghai è (anche) Pudong | Alessia1974Cose

  4. Pingback: 195 – Dell’anatra alla pechinese e di altre specialità di Beijing | Alessia1974Cose

  5. Pingback: 193 – Come ottenere un visto per la Cina (con un bambino al seguito) | Alessia1974Cose

  6. Pingback: 194 – L’odore di Beijing | Alessia1974Cose

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...