180 – A NoLo si mangia dentro al Mercato

Taverna dei Terroni - Mercato Comunale Viale Monza, MilanoImprovvisamente, lo hanno chiamato NoLo, strizzando l’occhio ai quartieri di Londra e New York. Improvvisamente tutti hanno iniziato a parlarne, come se NoLo fosse sbucato dal nulla e ce lo fossimo ritrovato in città venuto fuori da chissà quale sotterraneo mistero.
Improvvisamene Milano è diventata New York. Non come New York. Ma New York. Con un quartiere dai confini ben definiti, un’identità precisa da individuare e raccontare e per nome un acronimo, che io trovo fastidiosamente scimmiottante, che lo identifica.

NoLo è ciò che si estende a “nord di Loreto“. Ovvero quel garbuglio di vie e palazzi, che da Loreto arrivano fino al Naviglio della Martesana, inglobando al loro interno lo storico Parco Trotter e la multietnica via Padova, chiuse da un lato dallo scalo ferroviario e dall’altro dalla infinita via Palmanova.

Di NoLo improvvisamente si parla. Perché a NoLo sono arrivati gli artisti, i creativi, i designer. Perché a NoLo hanno aperto le Gallerie d’arte e i locali di tendenza. Perché a NoLo quella che fino a qualche tempo fa era considerata dai più una condanna – la presenza degli stranieri – ora è diventata una risorsa, un marchio di fabbrica da rivendere come plus sul mercato immobiliare.
Perché NoLo, la zona a Nord di piazzale Loreto, sta vivendo in pieno quel fenomeno della gentrification che già ha segnato quartieri come Isola, Sarpi, Savona e Tortona e forse chissà, in un passato remoto lontano lontano, anche Brera.

Taverna dei Terroni - Mercato Comunale Viale Monza, MilanoE così NoLo, che pure da anni frequento e bazzico senza mai averne percepito davvero le potenzialità nascoste, è diventata nuova terra di conquista, da scoprire, assaporare e raccontare.
E così è a NoLo che, nel sabato sera piovoso della fine dell’inverno, andiamo a mangiare, inglobati in un minuscolo ristorante pugliese realizzato all’interno del Mercato Comunale di viale Monza: la Taverna dei Terroni.
Risucchiati in un mondo dal sapore popolare, dall’atmosfera ruspante e dalla cucina casalinga.

Non sono certa che in un momento diverso avrei davvero inserito questo posto tra le 1974 cose che ho amato di più. Non sono nemmeno certa che ci sarei andata con tutto questo desiderio di andarci, in un momento diverso.
Ma il momento è questo.
E la Taverna dei Terroni è il classico ristorante piccolo (una trentina di coperti al massimo), popolare, autentico, dove le porzioni sono abbondanti, la qualità eccellente e i proprietari sono persone gentili, alla mano, che si fumano una sigaretta con noi a fine serata.

Si mangia seduti su panchette di legno traballanti che sembra di stare alle Feste dell’Unità di una volta. Il menu è inesistente.
Uno dopo l’altro, vengono portati in tavola gli antipasti e i salumi, le burrate e le mozzarelle, scodelle di pasta casalinga condita con cozze e frutti di mare, una ciotola di impepata di cozze e un vassoio senza fine di frittura di pesce con tanto di baccalà impanato. Il tutto innaffiato da vino bianco e rosso della casa, non eccelso, ma onesto. Perfetto, comunque, per la cena e la situazione.
La spesa finale è di circa 20€ a testa.

L’idea in sé è geniale e, a Milano, per niente sfruttata. Utilizzare un mercato comunale, i suoi spazi e i prodotti in vendita per farlo diventare qualcosa d’altro. Un luogo in cui passare serata.
Il proprietario ci spiega che la sua idea è quella di allargarsi, aprire, sempre negli spazi del Mercato, una pizzeria e utilizzare i corridoio per ampliare il locale.
Per il momento la saletta è poco più che una stanza. Si mangia addossati gli agli altri, non ci sono fronzoli, se non qualche treccia d’aglio appesa al soffitto, e l’atmosfera è da film in bianco e nero.

I mercati comunali milanesi sono attivi da oltre 50 anni. Quello di viale Monza è solo uno dei tanti. Sorgono in strutture che nascondono un fascino indiscreto e che fanno parte del patrimonio e del panorama cittadino.
Il Mercato di via Monza è il primo che si apre a una possibilità tale. A prezzi popolari e con una tale attenzione per la qualità offerta.

Un posto in cui andare. In uno dei quartieri, al momento, più interessanti e da tenere sott’occhio.

La Taverna dei Terroni
Viale Monza 54
Tel. 335-404821

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...