154 – The Tank. Un container village nello scalo di Porta Romana

The Tank - Ex Scalo di Porta Romana MilanoIn questa strana estate rovente, in una danza solitaria in lungo e in largo per la città nel tentativo di tornare in qualche modo a volare, approdo a The Tank, piazzale Lodi 4, ex Scalo ferroviario di Porta Romana.
Un altro scalo, un altro spazio urbano abbandonato (questo da ben 25 anni) che torna a vivere, altre idee geniali, altri mondi che si aprono in questa Milano che non sembra lei, in moto perpetuo verso il futuro. Anche se è un futuro semplice con data di scadenza (nel caso specifico, la data di scadenza è fissata per il 10 novembre 2015).

The Tank - Ex Scalo di Porta Romana MilanoCi arrivo nell’ora che precede il tramonto, caldo torrido nonostante il cielo azzurro e le nuvole rosa che disegnano l’orizzonte. Fioriere in legno, oleandri, piante aromatiche in vasetti di metallo, un lungo “viale” che percorro contro sole, come una specie di sunset boulevard di periferia. Sullo sfondo un Luna Park deserto. Che con The Tank non c’entra nulla. Ma a me ricorda antiche ballate. Un tempo perduto. Vite che non ho mai vissuto. La giostra di Zampanò di Vinicio. Che canticchio continuando a non coglierne il senso.
E poi bancali. Tantissimi bancali che sembrano essere il leitmotiv del mio peregrinare, delle mie soste, delle birrette bevute da sola. Del mio fare il punto della situazione.
The Tank - Ex scalo di Porta Romana MilanoThe Tank - Ex Scalo di Porta Romana MilanoThe Tank mi ricorda il Mercato Metropolitano. Un Mercato Metropolitano senza mercato. Più industriale. Meno bucolico. Meno trendy. Più autentico.
The Tank - Ex Scalo di Porta Romana MilanoUn Mercato Metropolitano in cui, però, il cibo, in tutte le sue accezioni, è un di cui, sicuramente surclassato dal drink & bevarage (qui Birra Poretti è sponsor ufficiale, con un locale suo dove è possibile gustare un’incredibile varietà di birre, fino alla 10 luppoli Birra Champagne), dalle installazioni d’arte, dallo shopping.
Nelle intenzioni, infatti, l’idea è proprio questa: dar vita a uno spazio urbano enorme (The Tank si estende su una parte della superficie abbandonata dello Scalo di Porta Romana, occupando un’area di 6000mq), in divenire, perfettamente inserito nel contesto del quartiere, in una zona a cavallo tra il centro (4 fermate di metro e si è in Duomo) e la periferia, in quella linea di demarcazione netta che è il percorso della 92).
Tra la via Emilia. E il West.
The Tank - Ex Scalo di Porta Romana MilanoThe Tank - Ex Scalo di Porta Romana MilanoThe Tank - Ex Scalo di Porta Romana MilanoThe Tank - Ex Scalo di Porta Romana MilanoA presentare The Tank, due dei principali ideatori del progetto: Federico Gordini e Giampaolo (con la “M”) Celada. Presidente di Milano Food Week il primo. Architetto e designer al G-Lab il secondo.
Raccontano com’è nata l’idea: il bando del comune (i tempi stretti, le innumerevoli difficoltà burocratiche da superare), l’assegnazione, i problemi incontrati in fase di realizzazione (un’area completamente abbandonata da riportare in vita, la mancanza di infrastrutture, la lotta contro il tempo, la voglia e la volontà non solo di dar vita a un progetto imprenditoriale – senz’altro. Ma anche di creare nuovi orizzonti urbani. Per raccontare una città diversa. Per mostrare una città diversa). Gli obiettivi: uno spazio recuperato che sarebbe bello preservare anche dopo. Anche dopo quel 10 novembre, concomitante alla chiusura di Expo, che sembra essere, per Milano, la fine di qualunque sogno, di qualsiasi speranza.
The Tank - Ex Scalo di Porta Romana MilanoE raccontano l’idea – centrale in tutta la realizzazione dell’area – di utilizzare vecchi container come forme architettoniche privilegiate, moduli abitativi ed espositivi perfetti per dare vita a nuovi modelli urbani.
Container di navi. Con una storia di viaggi e spostamenti e trasporto alle spalle.
E un futuro incerto. Troppo vecchi per tornare a solcare i mari. E troppo costosi per essere smaltiti.
Container rimessi a nuovo, pur nel rispetto del loro glorioso passato di infaticabili trasportatori. Coibentati, riadattati e resi fruibili per chiunque – visitatori ed espositori – che si trovino a passare da queste parti.
The Tank - Ex Scalo di Porta Romana MilanoCosì, in una sorta di container village di anglosassone derivazione (in Italia l’antesignano è Cavezzo5.9, il container park sorto nella cittadina del modenese di Cavezzo in seguito al terremoto che nel 2012 distrusse l’Emilia Romagna, divenuto simbolo di rinascita e di ingegnosità all’italiana), si susseguono

– spazi destinati all’arte (il container che ospita le opere del collettivo Premiata Serio, quello con la mostra di Simone Verdi, il conteiner del già citato G-Lab di Giampaolo Celada…);
The Tank - Ex Scalo di Porta Romana Milano– spazi per il food and drink (la Birreria Poretti, i Territori di Bottiglie Aperte con le sue 20 etichette a rotazione mensile tutte da provare, il Ral8022 di via Corsico, la Puccia contaminata, che avvicina il Salento all’Iran con una proposta gastronomica che accosta un prodotto tipico dello street food pugliese contaminato con suggestioni persiane, il Pane di Luca con i suoi panzerotti che a detta di chi li ha provati – non io – superano di gran lunga quelli di Luini, il primo M&M’s store italiano. E ancora i tre food truck di E’ Pasta, di i Baccalà e de El Caminante con la sua proposta di arepas, tipico pane venezuelano a base di farina di mais…);
The Tank - Ex Scalo di Porta Romana Milano– spazi per lo shopping (un negozio interamente dedicato ai vinili; uno che vende le magliette di Premiata Serio; il primo negozio di skateboard italiano – deve ancora aprire; un negozio di prodotti biologici e, laddove possibile, a chilometro zero…)
The Tank - Ex Scalo di Porta Romana Milano– spazi destinati a eventi, concerti, musica.
The Tank - Ex Scalo di Porta Romana Milano

Tutto questo in una cornice di totale relax. Dove container e bancali, tipici esempi di modelli industriali, sono un tutt’uno.
Lungo la via contro sole. Da percorrere verso Ovest. Andando incontro al tramonto.

The Tank
Piazzale Lodi 4 – Ex Scalo Porta Romana (MM3 Lodi TIBB)
www.tank015.com
Aperto tutti i giorni dalle 18.00 alle 2.00
Fino al 10 novembre. 

2 thoughts on “154 – The Tank. Un container village nello scalo di Porta Romana

  1. Purtroppo Milano è diventata una città di puzzoni e di gente che solo pensa a guadagnare soldini fregando i suddetti puzzoni. Milano è troppo cara e a me entrare in un locale o posto dove so che per i gestori sono un pollo da spennare mi fa proprio incazzare.

    Mi piace

    • Ciao. Milano è sempre stata così. E non solo Milano. Ma cosa c’entra con questo posto? Qui entri gratis. Se vuoi consumi. Altrimenti no. Se vuoi mangi, altrimenti no. E puoi restare ore a fumare e parlare coi tuoi amici senza che nessuno venga a dirti che non hai ordinato. Credo che il tuo commento in questo caso specifico sia fuori luogo.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...