150 – C’era una volta un Piccolo Naviglio…

Naviglio della MartesanaC’era una volta un Piccolo Naviglio che non aveva mai legato troppo con i suoi fratelli maggiori. E se ne stava defilato in una zona di periferia tra vecchie case di ringhiera e palazzoni brutti dello scempio edilizio novecentesco, correndo lento con acqua putrida, lambendo orti e terreni incolti.
Nei suoi fondali verdi e immobili, di pesciolini non se ne vedevano. Ma pedalando lungo la sua sponda, se eri fortunato, potevi imbatterti in una simpatica bestiola, che ti guardava con occhi piccoli, nuotando veloce verso non si sa dove, invasiva quanto basta per non essere troppo amata dagli umani e forse nemmeno dagli altri animali.
Era il myocastor coypus, un mammifero roditore originario del Sud America, conosciuto come “nutria” tra gli adulti e “castorino” tra i bambini e che nei Navigli, questo Piccolo e gli altri due Maggiori, allegramente viveva e proliferava. Con la stessa leggerezza e noncuranza di certe simpatiche canaglie adattabili a tutto, gioiose con tutto.
Naviglio della Martesana

Comincia così questo racconto di un compleanno festeggiato in Cascina Martesana, bevendo gelida birra belga e inseguendo bambini, chiacchierando con tutti e parlando con nessuno.
Comincia così l’estate. In una sera fresca e serena di giugno, pedalando lungo il Naviglio della Martesana, nel cielo ancora azzurro del quasi tramonto, nella notte profumata e ventosa del quasi 20 giugno.
Felice di aver rivisto vecchi amici e di aver capito che, nonostante tutto, è solo un attimo ritrovare complicità perfette e sguardi di intesa d’altri tempi.

La Cascina Martesana è uno spazio relativamente nuovo (questa è la seconda stagione), restituito alla città dopo un lungo lavoro di recupero che lo ha trasformato in un luogo di incontro, di scambio, di relax, di condivisione, ma anche d’arte, iniziative, mostre… Suddiviso in due ambienti distinti (il primo ad accesso libero, il secondo gestito dall’Associazione ETC Ecologia Turismo Cultura con tessera d ingresso obbligatoria di 5€) è il posto perfetto per tirare tardi nelle sere estive, iniziando dall’aperitivo (buone le birre, ottimi i taglieri, non male toast e club sandwich) e arrivando fino a notte inoltrata, sulle note del dj set che per tutto il tempo scandisce, con un piacevole sottofondo mai invadente, la serata.
Qui ci si può rilassare su pouf e amache, divanetti e sgabelli; giocare a ping pong o a calcio balilla; grigliarsi la propria bistecca o salamella o scegliere uno dei piatti del menu.
Qui si chiacchiera, si balla, ci si riposa, si visita una delle mostre che viene allestita nello spazio antistante, si beve, si fuma.
Qui, a seconda del calendario e delle proposte, si partecipa ai laboratori, si prenota un massaggio ayurveda, ci si iscrive a un corso fitness e benessere.
Cascina Martesana MilanoCascina Martesana Milano

Qui, chi lo desidera può prendere parte alla creazione del “Giardino Segreto” che è un progetto di riqualificazione cittadina volto alla creazione di orti urbani biologici e di workshop legati all’ortoterapia e attività didattiche per tutti coloro che fossero interessati a prenderne parte.

Cascina Martesana - MilanoQui, ho pensato, potrei venire a leggere nelle vuote giornate di luglio, bevendo birra bianca al tramonto in attesa che si accendano la fila di lampadine appese che, ultimamente, danno il senso a minuscole felicità.
Da qui, tornerei a casa a notte fonda, sola e perfettamente appagata, pedalando lungo il Piccolo Naviglio, inseguita dal profumo delle notti estive e accompagnata dal gracchiare delle rane che non sembra nemmeno di essere a Milano, prima di tornare a sfiorare i palazzi nuovi, il traffico intenso e i locali affollati della città frenetica.

Una nota: indispensabile Autan.

Cascina Martesana
Via Luigi Bertelli 44 – MM1 Turro/Gorla; MM2 Crescenzago
Cascina Martesana Milano

2 thoughts on “150 – C’era una volta un Piccolo Naviglio…

    • E’ davvero un bel posto con una bella atmosfera. Speriamo per chi la gestisce così bene che possa davvero suscitare interesse. Da quello che ho visto sembrerebbe di sì. A presto e grazie di essere passata 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...