107 – I vestiti piccoli di Nadia (e le altre cose)

Nadia è minuta. Ha i capelli scuri e la voce gentile.
E una fantasia da casa delle bambole.
Nel mondo colorato di Carrousel – feltro, seta, cotone, lana, cachemire, bottoni, collane, pupazzi, borse, sciarpe, magliette, ghette, anelli, bracciali, gonne, cerchietti, cappelli, guanti – i suoi minuscoli abiti, le sue roselline, le piccole grucce, i suoi morbidi cuscini, tutto insomma, spicca confondendosi.

La sua è una fiaba diversa. Una fiaba leziosa di piccolissimi oggetti che catturano lo sguardo per le loro dimensioni, la precisione nella realizzazione, la cura del dettaglio.
Una fiaba in miniatura di rosa, viola, bordeaux, rosso, bianco panna.
Una fiaba che parla d’amore e creatività.


Mi fermo e guardo a occhi sgranati i minuscoli modelli di abitini in stile Anni Cinquanta perfettamente confezionati. Dentro potrebbe starci una Barbie (o una Blythe). Ma forse sono vestiti da bimba, una bimba sinuosa e mignon.
Osservo curiosa ogni singolo oggetto. Dietro ciascuno si nasconde una decisa abilità manuale. E una spiccata personalità. Sebbene Nadia sembri piccola e timida.

Chiedo.
Sono portacolanne – mi risponde lei.
Non ci posso credere! Sono spettacolari!
Ma da dove le sarà venuta una simile idea?
Eppure sì. Quelle piccole mani hanno confezionato quei piccoli abiti che servono pure a qualcosa.
E sono meravigliosi.

E non sono solo gli abiti.
Le piccole rose che applica su anelli e cerchietti, le spille e le collane con le borsette in stoffa, i cuscini, le pochette mignon… Tutto denota una grande abilità e idee molto chiare.
Anche se Nadia è alle prime armi e non ha un sito internet o una pagina facebook. Anche se Nadia rimane quasi stupita di fronte al mio stupore e mi chiede, tra il serio e il faceto, se voglio una percentuale per un eventuale post sul mio blog (e qui mi scappa proprio un sorriso. Io avevo quasi il timore di chiederle se potevo pubblicare due righe su di lei!). Anche se l’unico modo per contattarla è una mail o un numero di telefono. Anche se lavora in un laboratorio in zona Navigli che a gennaio dovrà lasciare. Anche se non ha pensato a portarsi dietro qualche sacchettino per confezionare i regali e infila tutto in buste di carta che decisamente stonano con gli oggetti curatissimi e quelle meravigliose etichette che li accompagnano.

Ma nelle sue piccole mani c’è un talento nascosto.
E sarebbe bello vedere Milano invasa dai suoi piccoli vestitini in stoffa. Portacollane o portatrucchi.
Che se li guardi così, di primo acchito, sono solo abitini mignon per un mondo in miniatura.

Lei si chiama Nadia Rognoni. La sua mail è nadia.rognoni@gmail.com
Naturalmente, lavora anche su commissione. Le sue creazioni sono un tocco di colore gentile. E, cosa non trascurabile, hanno prezzi assolutamente accessibili. Per tutti.

2 thoughts on “107 – I vestiti piccoli di Nadia (e le altre cose)

  1. Sono d’accordissimo: la poesia che dirompe, eppure timida, dai suoi oggetti è un piacere per la vista e per l’anima. L’ho apprezzata molto. Direi l’esposizione più bella in assoluto presentata da Carrousel quest’anno, senza dubbio. Tantissimi begli oggetti ma la grazia dei prodotti di nadia li superava tutti. Ancora un brava. Rosanna (feltrodiro-quella che esponeva il feltro di cachemire)

    Mi piace

    • Ciao Rosanna, c’è da dire che Carrousel è sempre un gran bell’evento. Io ogni volta rimango illuminata da qualcosa. Stavolta è stata lei. Penso che abbia assorbito tutte le mia capacità visive. Naturalmente, mi piacevano anche altre cose (il tuo banchetto era quello con tutti i cappelli? Mi sono anche fermata a provarli, se sei tu. Erano bellissimi. Solo un po’ fuori dal mio badget di spesa… Ma troppo belli). In ogni caso, ogni volta c’è qualcuno che mi colpisce. Mamma Nae, Sonia e le sue Flappers’, la ragazza che faceva le collane con le bamboline, un’altra che aveva degli spendidi cappelli, la signora dei bottoni… Ma Nadia non l’avevo mai vista in giro. E fa cose così particolare… Insomma, mi è proprio piaciuta. 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...