50 – La polpetteria a chilometro zero (pure da casa mia)

Che a volte prendo la metropolitana solo per fare prima, sapendo che non succederà nulla lungo il tragitto. Odiando rimanere sotto terra anche solo per 10 minuti. Sapendo che non riuscirò né a leggere né a volare. Che con il tram, invece, è come partire per un mini tour ogni volta. Con la città che mi sfreccia di fianco. E il bello e il brutto sotto ai miei occhi. Le luci della sera. La fretta degli altri di tornare a casa. Rimanere seduti con la faccia incollata al finestrino a guardare fuori. Come se fosse, sempre, la prima volta.
Eppure se ieri non avessi preso la metropolitana, non fossi scesa a Moscova, non avessi imboccato via Volta, la prima polpetteria di Milano non l’avrei vista.

Si chiama Ciccilla la prima polpetteria di Milano (ma l’attributo è parte del nome: Ciccilla la prima polpetteria di Milano). É stata inaugurata ieri ina delle zone più vive e trendy del momento (Via Volta –> Moscova –> Corso Garibaldi –> Corso Como) e nasce dall’idea dei soci di una cooperativa sociale – Anni Versati – con l’obiettivo di diventare un punto di riferimento della zona e un modello di ispirazione per altre realtà simili (ingredienti a chilometro zero, packaging realizzato solo ed esclusivamente con materiale riciclabile, rispetto per i lavoratori sulle cui esigenze sono stabiliti i ritmi di produzione…).

Le polpette – di carne, verdure, pesce e alghe – sono buone (piccolo assaggio facendomi spazio tra la folla inferocita, le vecchine assatanate, le giovani fisicate che quando c’è da mangiare a scrocco non badano alla bilancia), l’ambiente caldo (bordeaux e verde i colori dominanti, enormi tavoloni in legno al centro, parquet scuro al pavimento, piccoli oggetti di design sul bancone), il locale aperto tutti i giorni, eccetto la domenica (sennò che rispetto per i lavoratori è???), dalle 10.00 alle 22.00.

Sarà difficile resistere alla tentazione della pallina impastata, della carne sfibrata, delle verdure amalgamate, del pesce trasformato. Adoro la parola “polpetteria” che mi ricorda Poldo e i suoi hamburger anche se, al momento, non ho la benché minima idea di chi possa essere Poldo (Braccio di Ferro, forse???).
Adoro la polpetteria lungo la strada per casa mia a pochi metri dalla fermata della metropolitana che non prendo mai perché non mi piace rimanere intrappolata là sotto. Neppure per 10 minuti.

Ciccilla – La prima polpetteria di Milano
Via Volta 7 – Milano
Tel. 02-6597816
Dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 22.00
www.ciccilla.it

9 thoughts on “50 – La polpetteria a chilometro zero (pure da casa mia)

  1. Ciao Alessia ti conosco tramite il blog di ilaria con cui ogni tanto comunico e volevo dirti che anche il tuo blog,come il suo è molto carino.Bello questo post:amo Milano,non ci vivo ma ci vengo spesso,quindi questo sarà un altro locale da visitare.Volevo comunicarti che,se ti può interessare, a Rivoli si trova in fast food a km 0 ( il famoso Mac bun che ha avuto anche denunce dal colosso Mac Donald ),sito http://www.macbun.it molto simile alla polpetteria di cui hai scritto.Ah :poldo era un amico di Braccio di Ferro,un pò come dire…con la testa tra le nuvole…forse tra i panini!Saluti

    Mi piace

    • Ciao Cinzia,
      beh, grazie per il “molto carino” e le info che mi hai dato. Ora vado a guardarmi macbun. Un piccolo pesce denunciato da Mc Donald mi interessa sempre.
      Ma anche tu hai un blog? Se sì mandami il link che vado a vedermi il tuo
      Ciao e spero di ritrovarti su queste pagine
      🙂
      A.

      P.S.: mi ricordavo qualcosa con Braccio di Ferro…. :))))

      Mi piace

      • il mio blog si intitola Voglia di vivere”,ma il vero indirizzo è blog.libero.it/PHEBE/ Spero di incontrarti anche sulle mie pagine.E’ un blog nato da poco,ancora in costruzione,ma a me piace tanto!

        Mi piace

  2. Da sempre a casa mia le polpette sono un mistero di sapori di odori e di gusti che ti travolgono perchè mamma le fa con quello che rimane da pranzi e cene delle feste o di giornate in cui a tavola siamo la metà di mille e la notizia di una polpetteria mi riempe di gioia presto andrò a milano a cercarla

    Mi piace

    • Ciao Silvia,
      la polpetta… beh, la polpetta nasconde sempre qualche segreto.
      Per me era anche mia madre che mi diceva di non ordinare mai polpette al ristorante perché chissà che avanzi ci mettono dentro (ma io adoro le polpette del ristorante).
      Le polpette che facevi da piccolo sulla spiaggia, mettendole in fila una dietro l’altra: “salve signora, quante polpette desidera? Vuole anche un po’ di farina?”
      Le polpette di melanzane di mia nonna. Pecorino e gusto del Sud…
      🙂
      Adoro la polpetta!

      Mi piace

  3. Sono capitato qui dopo uno spot su radio popolare. Questo posto mi interessa molto perché una mia amica, in tempi non sospetti, ebbe l’idea di un posto che vendesse solo polpette. L’idea era buona sotto molti punti di vista, e, soprattutto, inedita. Fino a ora!

    Mi piace

    • … E le buone idee andrebbero messe in pratica subito. Perché purtroppo non sono esclusive. A volte ti vengono in mente così… Sai che si tratta di una bella cosa. Ma poi tergiversi, tentenni, temporeggi e qualcun’altro ci arriva.
      Ma due polpetterie a Milano non sarebbero cmq troppe.
      No?
      🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...