27 – Nella casa della Lepre Marzolina


Pareti bianche e azzurre. Parquet scuro. Tavoli in legno bianco e sedie, anch’esse bianche, con grossi cuscini colorati, a righe, a pois, a strisce…
Piccoli quadretti di Ryden appesi al muro e scaffali… Con tanti vecchi libri polverosi, marionette, bambole, tazzine di tè e teiere.
Un lungo bancone in legno. Barattoli pieni di sostanze magiche, tortine e pasticcini, biscotti e caramelle, cioccolatini di tutte le forme e dimensioni, zucchero colorato in graziose zuccheriere di porcellana antica.
Poi, sul retro, un’altra saletta, piccola e raccolta. Ma piena di cose. Oggetti strani, cose che provengono da un universo parallelo al nostro. Un luogo magico dove sorseggiare un tè (nelle tazzine delle bambole) o mangiare una tortina (che anziché saziare, disseta).
La saletta di Alice. Dove il menu, in carta antica e lettering misterioso, propone piatti da favola. Ricette tratte dal mondo delle fiabe.
Un posto così vorrei che esistesse a Milano.
Per i grandi e per tutti i bambini della città.
Lo chiamerei: Nella casa della Lepre Marzolina oppure Un té col Cappellaio Matto. O anche La merenda del Bianconiglio

L’idea mi è venuta leggendo La tavola delle meraviglie di Cristina Caneva. Un libro particolare che analizza le due fiabe di Carroll
(Alice nel Paese delle Meraviglie e Attraverso lo specchio) partendo dal ruolo che il cibo riveste in entrambe, descrivendo piatti e ricette (c’è la ricetta del Budino di panfarfalle e la ricetta delle Uova alla Humpty Dumpty. Ci sono i Biscotti secchi della Regina Rossa e la vellutata di frutta BEVIMi…) e mostrando come, proprio il cibo, diventa strumento per creare un mondo di paradossi, in cui la realtà è stravolta, ribaltata e piegata alle nuove regole della logica.
Un libro di ricette, quindi. Ma anche un saggio linguistico, un’analisi accurata dei due testi carrolliani, tra i più strani, allucinanti, geniali della letteratura di sempre.

A New York c’è una teieria (a dire il vero sono tre, sparse per la città). Si chiama: Alice’s tea cup. É un luogo piacevole in cui trascorrere qualche ora in attesa che fuori smetta di piovere, per scaldarsi durante l’inverno, per riposarsi tra una street e l’altra, tra un museo e una galleria d’arte.
Qui, nel locale che c’è nell’Upper West Side, sulla 73° strada, mi sono fermata in un pomeriggio di pioggia durante il mio ultimo viaggio newyorkese. Ho bevuto tè nero e mangiato dolcetti, comprato caramelle alle mente e un tumbler trasparente per potermene andare anche io in giro per Milano con la mia bevanda calda (té o caffè) tra le mani.
Qui, per la prima volta, ho pensato a quanto sarebbe bello possedere un posto simile e trasformarlo in un luogo magico.

7 thoughts on “27 – Nella casa della Lepre Marzolina

  1. Che figata! Come ti invidio! Poi sotto Natale è fighissima, secondo me. I newyorkesi sono pazzi per il Natale e le loro decorazioni sono spettacolari. Che bello che bello che bello!
    Beh, io vedo di pubblicare ancora qualche indirizzo prima della tua partenza. Poi aspetto con ansia le tue foto. Mi sento un po’ tossica che si droga con le foto degli altri. Ma a volte sono davvero in astinenza da NY.
    Baci bella

    Mi piace

  2. Ciao! sono capitata sul tuo blog perchè viaggiavo….a newyork…..navigando su internet e cercavo le teierie 🙂
    Molto bello il blog, ora sto leggendo i vari post…….parla ancora di newyork…io non so quando riuscirò ad andarci ma è bello leggerti….
    Barbara

    Mi piace

    • Ciao Barbara,
      grazie per i complimenti. Io amo New York. Spero di riuscire a tornarci presto quest’anno. Cmq non appena avrò qualcosa da raccontare in proposito pubblicherò.
      Ciao bella. Spero di rivederti ancora da queste parti
      A.

      Mi piace

      • cmq è bello girare anche per Milano! e più realistico, io ci vivo da 5 anni ma non la conosco come vorrei….quindi w i tuoi spunti…al più presto vorrei provare diviolediliquirizia 🙂
        A presto
        B

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...