15 – Casalinghe non disperate

Studioarea 22 è un piccolo spazio nel cuore di quella che io vorrei diventasse la Chinatown milanese e che l’amministrazione fa di tutto per trasformare nell’ennesima zona senza carattere e senza personalità della città (vedremo cosa ne verrà fuori quando avranno reso Paolo Sarpi completamente pedonale).
Qui, sabato 16 e domenica 17 ottobre, in concomitanza con il weekend del design, si è svolto un minuscolo mercatino (una decina di espositori) realizzato da donne creative che si sono professionalmente “reinventate” dopo la nascita di un figlio (così sul comunicato stampa).

Signora mia! – (Ri)creazione di mamme
è il nome dell’iniziativa che ha portato 16 donne a esporre le loro creazioni, tutte (o quasi) caratterizzate da grande originalità, personalità e desiderio di uscire da soliti schemi delle bancarelle artigianali.
Naturalmente, la realtà è più complessa. Mi aspettavo, infatti, di trovarmi di fronte giovani casalinghe non disperate (come si definiscono loro) alle prime armi, e non, come è stato, brillanti professioniste (non tutte, ma qualcuna sicuramente) perfettamente inserite nel circuito della moda alternativa milanese, con una clientela ben precisa e un giro di negozi a cui si appoggiano per la vendita delle loro creazioni.
Ma tant’è. Il tour è stato interessante e tanti brand (ma forse è eccessivo definirli così, trattandosi di produzioni artigianali non seriali) decisamente di elevato valore.

Tra i più interessanti:

AbcHobby, il marchio inventato da una giovanissima mamma dalle manine d’oro, Elisabetta, con un’incredibile varietà di creazioni al suo attivo. In particolare, giocattoli di pezza, babbucce e scarpine per neonato, meravigliosi bavaglini per bambino, vestitini dal taglio originale, spille, calamite…
Gran parte della merce esposta e che ho avuto modo di vedere è presente sul sito e può essere acquistata on line. I prezzi sono perfettamente nella media. Lei, Elisabetta, è una ragazzona simpatica, alla mano, quasi incredula di fronte al successo ottenuto dalle sue creazioni (nei dieci minuti in cui sono stata presso il suo stand ha venduto, almeno, una decina di pezzi. Non male per un periodo di crisi).

L’atelier di simongia è, in realtà, un vero e proprio atelier sito, ma guarda un po’, in via Savona 94.
Tra le cose migliori, sicuramente i cappottini in lana dal taglio obliquo, i lunghi maglioni da indossare su leggings e pantaloni skinny, la collezione estiva (in saldo) dei graziosissimi vestitini vintage in puro stile Seventy, le borse in feltro.
L’atelier di simongia, dove ho acquistato un delizioso maglione grigio, rifornisce, tra le altre cose, anche alcuni negozi del centro tra cui uno dei miei preferiti (anche se ultimamente ci vado poco), Panpepato.

Panpepato - Via Solari 2/A


Infine,  segnalerei altri due indirizzi da tenere sott’occhio:
Cicca Cicca con la sua ricchissima produzione di t-shirt per bambino e neonato,
e E‘COR – Abiti dal mondo delle fiabe che anche se non è esattamente il mio stile… beh, mi piace tanto l’idea che qualcuno possa indossare la sua favola preferita.

3 thoughts on “15 – Casalinghe non disperate

  1. buon giorno sono michela muroni l’organizzatrice e edeatrice di SIGNORA MIA. Grazie per aver recensito la nostra iniziativa Eravamo in sedici (alcune casalinghe altre no) che come appunto dice il cominicato “reinventate dopo la maternità”. Ed e’ cosi. Ogniuna di noi ha portato non solo i propri oggetti ma anche le proprie storie in quello spazio espositivo. Peccato che si sia “fermata” solo dove ha fatto gli acquisti sarebbe stato carino aver avuto il tempo di conoscere ogniuna di noii.. A questo fine le segnalo nostro blog tp://ricreazionidimamme.blogspot.com e se le piace il mio stile http://michelamuroni.blogspot.com
    Le anticpo anche cche sto organizzando le vendite per il mese di dicembre 11/12 e 18/19 in zona isola. Dove esporranno non solo alcune delle donne che ha gia visto ma anche altre realtà interessanti.
    Ma questo sara’ un altra storia. …..
    Un cordiale saluto
    michela

    Mi piace

    • Grazie per le precisioni e le segnalazioni. Sarò felice di passare a trovarvi (se riuscirò a farlo) a dicembre. Tendenzialmente, mi fermo là dove mi ispira. Ma senza alcun tipo di pregiudizio. A volte, qualcosa mi colpisce più di un’altra e non c’è un motivo reale per questo. Un po’ come il colpo di fulmine no?
      Cmq se ci vediamo a dicembre verrò molto volentieri a conoscerla di persona
      Buon lavoro per l’organizzazione delle vendite natalizie
      Alessia

      Mi piace

  2. Pingback: 70 – Pensieri al vento… « Alessia1974Cose

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...