14 – Halloween: iniziò così

Halloween, per qualche insolita ragione, mi piace da morire.
Sebbene streghe e fantasmi, cestini di caramelle e mele candite non abbiano fatto parte della mia infanzia, in un certo senso è come se io Halloween lo avessi sempre festeggiato. Sono cresciuta a pane e telefilm americani. I bambini che travestiti da mostri corrono per i vialetti coperti di foglie rosse bussando alle porte di villette dall’aspetto gotico al grido Trick or Treat sono parte di me: sono stata prima bambina in mezzo a loro e poi mamma su di loro.
Per qualche ragione, il mio lavoro mi ha portato a occuparmene ogni anno. Così, quella che una volta era una festa dai contorni mitici, piano piano ha assunto una consistenza, contorni precisi, una connotazione storica, un’aurea di realtà che andava oltre la finzione raccontata sullo schermo.
Conosco tutto del rito di Samhain,  della leggenda di Jack O’ Lantern, di come la tradizione abbia attraversato l’oceano e sia sbarcata negli Stati Uniti per rimanerci.

Ma Halloween, da vicino, l’ho conosciuta a Chicago. Un ottobre di sole di 3 anni fa. In quella città luminosa, cielo azzurro e lago scintillante, Halloween è diventata vera.
Questo è il racconto fotografico di quell’esperienza. Le foto sono state scattate per lo più nel quartiere di Oak Park (noto perché qui visse e progettò le sue prima prairie house Frank Lloyd Wright).
Naturalmente, si è trattato di un viaggio meraviglioso e sebbene non fosse la mia prima esperienza negli Stati Uniti, sicuramente è stata quella che mi ha lasciato maggiormente il marchio dell’americanità.  New York (dove ero stata per la prima volta pochi mesi prima rispetto a Chicago), in un certo senso, è arrivata dopo.








… e questo è, in definitiva, quello che Halloween (e gli Stati Uniti) rappresentano per me: un vialetto alberato, un piccolo scoiattolo che mi accompagna lungo il cammino, la strada deserta, l’erba ben curata, le case affiancate le une alle altre, ma in modo autonomo e creativo. Cumuli di foglie e alberi rossi.
Inquietante e affascinante abbastanza da risultare sublime.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...